Fa i mercati di trading di aiutarvi più efficiente

Mercati Emergenti serie di vantaggi

Mercati Emergenti serie di vantaggi

I titoli dei mercati emergenti sono già diventati una classe indipendente e quello che offre un numero degli attivi abbastanza numeroso. Durante gli ultimi anni i governi e società di questi paesi si sentono sempre più il bisogno di capitale e di utilizzare gli strumenti azionari e quelli di debito (al posto dei prestiti bancari tradizionali) per finanziare i loro piani. Questo porta naturalmente la crescita sia qualitativa che quantitativa dei mercati finanziari locali: il numero di emittenti, azioni negoziabili e obbligazioni, volumi di scambio sono in aumento.

Secondo alcuni pensieri, entro il 2020, la capitalizzazione di borsa dei mercati emergenti potrebbe triplicare e raggiungere 17,4 miliardi di dollari, e la loro quota di capitalizzazione complessiva dei mercati azionari di tutto il mondo crescerà dall'attuale 14% al 24%.

L'attuale crescita di interesse degli investitori verso i mercati emergenti si osserva a causa di un miglioramento significativo nelle loro caratteristiche fondamentali. Molti dei EME-paesi gestiscono una politica monetaria restrittiva, combattono l'inflazione, e si sforzano di mantenere un bilancio in pareggio. Inoltre si cerca di creare le condizioni favorevoli per attirare capitali stranieri. A favore dei mercati emergenti dicono le azioni delle agenzie internazionali di rating che rispondono alla situazione macroeconomica in via di miglioramento in questi paesi, migliorando i loro rating.

Inoltre, l'inserimento al portafoglio delle azioni dei mercati emergenti o titoli possono avere una serie di vantaggi.

Mercati Emergenti

Diversificazione. Tra i mercati azionari sviluppati ed emergenti non c'è alcuna correlazione forte, e talvolta si muovono in direzioni diverse. Pertanto, l'inserimento nel portafoglio di entrambe le classi di attività lo rende più equilibrato.

Redditività. L'acquisto di titoli dei mercati emergenti permette di aumentare il potenziale di redditività del portafoglio, aumentando la sua rischiosità. È stato notato sopra che negli ultimi anni le borse emergenti crescono più rapidamente che quelli sviluppate. Sebbene, tale superiorità non è considerata come una regola.

Sottovalutazione. Molti studi esplorano la convenienza relativa degli attivi dei mercati emergenti. Così, secondo S&P/Citigroup Global Equity Indices, alla fine di settembre di quest'anno, le azioni di mercati emergenti hanno avuto rapporto prezzo/profitto di 13,3, mentre la media per le azioni americani era 21,0.

Ora diamo uno sguardo al rovescio della medaglia - i rischi associati agli investimenti nei mercati azionari emergenti. La loro classificazione potrebbe apparire come seguente.

Politici. Nella notizia di pertinenza della situazione nei paesi in via di sviluppo vedrete spesso le parole come "conflitto politico", una "crisi di valuta", "protesta sociale". Il cambio di governo potrebbe portare a una correzione di rotta radicale della politica economica, anche fino a "inversione". E questo è una minaccia di nazionalizzazione, revisione dei risultati di privatizzazione, chiusure, ecc. Come risultato, è fornito il crollo del mercato finanziario locale.

Finanziari. In primo luogo, questi sono i rischi causati dalla 'fragilità' delle valute locali. Guadagnato da operazioni con titoli esteri, il profitto può essere compensato da variazioni sfavorevoli dei tassi di scambio. In secondo luogo, ci sono rischi connessi con restrizioni monetarie esistenti e futuri (la convertibilità della moneta nazionale, l'ordine delle dismissioni e rimpatrio dei profitti da non residenti, ecc).

Sistemichi. I rischi significativi creano una piccola capacità dei mercati emergenti. Ci sono più di 120 paesi in tutto il mondo che appartengono alla categoria di EME, ma non pensate che un gran numero di paesi quali significa una miriade di opportunità di investimento. Basta dire che non tutti i paesi in via di sviluppo (solo una terza perte) hanno il mercato azionario nazionale. Ci riferiamo anche qui rischi connessi con l'infrastruttura fragile del mercato, mediatori locali, la velocità e la correttezza di esecuzione degli ordini.

Investimenti. Vale la pena ricordare, che i mercati emergenti hanno un'immunità debole, e sono molto sensibili a fattori esterni. Per esempio, essi di solito hanno una forte reazione più da notizie negative. È importante notare che emergenti titoli del mercato, nonostante la loro eterogeneità, sono considerati come un classe degli attivi. Ciò significa che i problemi in un EME-paese può immediatamente portare a flusso di capitali dai tutti i mercati emergenti.

By Chief Financing 13.09.2016

Altri articoli interessanti dagli esperti