Fa i mercati di trading di aiutarvi più efficiente

Cosa provoca le vendite paniche?

Cosa provoca le vendite paniche?

La situazione sui mercati finanziari globali rimane preoccupante, e anche se collassi di cambio eventuali non sono osservate insieme con gli altri salti della volatilità dei prezzi, noi abbiamo la sensazione che tutti questi "fascini" sono ancora avanti. Almeno non avremmo escludere che a marzo si dovrebbe aspettare una giornata piuttosto calda per i mercati globali, sotto forma di nuove vendite paniche nel settore delle azioni e sobbalzi locali sui mercati valutari e quelle delle materie prime.

Vendite paniche

Le borse di oggi sono in uno stato d'animo minore. I prezzi del petrolio rimangono a livello basso. La caduta del mercato azionario, gli indici europei sono in svantaggio grave, il futuro degli Stati Uniti sono anche nella "zona rossa".

In ogni caso, fino a quando l'incertezza circa la strategia futura della Chinese Central Bank secondo il tasso di cambio dello yuan rimarrà, e fino a quando la strategia della politica della Federal Reserve degli USA in materia di tassi d-interesse risulterà evidente (cioè se la Fed è pronta a prendere una pausa o indipendentemente dai rischi che intendono ad aumentare), la stabilità dei mercati finanziari rimarrà sotto la minaccia.

Vale la pena notare che la priorità dei problemi individuati aumenta l'importanza del vertice finanziario di Shanghai, come i funzionari monetarie di tutti i paesi-partecipanti del G20 si chiedono anche cosa accadrà dopo e dove andare. Questo non è sorprendente, dal momento che tutti i tentativi da parte delle autorità monetarie per risolvere il problema degli squilibri globali non ha ancora portato al risultato desiderato e questi squilibri crescono solo con vigore rinnovato.

L'impressione è che non si sa come procedere. Se la Banca centrale in Europa e in Giappone ha l'intenzione di affrontare i loro problemi economici a causa del incentivo monetario costante (tra cui l'abbassamento dei tassi di'interesse ai valori ancora di più negativi), allora questa strategia provocherà un indebolimento dell'Euro e dello Yen. In questo caso, si pone la domanda circa la risposta dei cinesi? Naturalmente, per l'indebolimento della sua valuta, e il deprezzamento dello yuan, come vediamo ora sta dando emozioni troppo negative per gli investitori, che si manifestano nel panico della vendita degli strumenti finanziari e il crollo delle azioni.

In altre parole, la Federal Reserve potrebbe prendere certe misure per limitare la crescita del dollaro, e magari venire con un'altra cosa monetaria per indebolire in modo significativo. Come sapete, è un vicolo cieco completo, e noi abbiamo un posto dove andare.

Pertanto, qualsiasi tentativo di manipolare i tassi di scambio o la nuova decisione sullo stimolo monetario, sia esso la Fed, la Banca del Giappone, Banca centrale europea e altri "regolatori stimolanti", migliorerà la situazione sui mercati solo temporaneamente (forse un anno o due) e anche stimolare la creazione di un'altra bolla finanziaria, ma non possono creare le condizioni per una crescita economica sostenibile nei paesi sviluppati.

Tuttavia, è impossibile evitare l'espansione ulteriore degli squilibri globali nel modello attuale del mondo dei mercati finanziari senza questa condizione, perché prima o poi in altri paesi, le cui economie sono classificati come in via di sviluppo (per inciso, non è solo la Russia, ma anche la Cina) sarà giunto alla conclusione circa la necessità di sfuggire alla trappola delle politiche monetarie delle principali banche centrali mondiali e cercare di creare un sistema praticabile alternativa.

E il più veloce le autorità monetarie del mondo saranno consapevoli della necessità dei cambiamenti radicali, tanto meglio sarà. In caso contrario, in un futuro prevedibile il scuotimento del mercati finanziari mondiali trasformerà nel terremoto finanziario più grande, con i risultati imprevedibili per l'economia globale.

By Chief Financing 13.09.2016

Altri articoli interessanti dagli esperti