Fa i mercati di trading di aiutarvi più efficiente

2015 Il mercato azionario americano. Recensione generale.

2015 Il mercato azionario americano. Recensione generale. 

Nel corso dell'anno, il mercato azionario era nello stato di surriscaldamento. Vale a dire, la crescita che ha iniziato nel 2009, si fermò sotto la tenda del 2014 sul divario tra il 2050 e 2060 punti, e per tutto il 2015 il mercato è rimasto letteralmente a questo livello. Le oscilazioni aumentati sono stati unichi cambiamenti notevoli, che sono manifestate entro la fine del periodo.
Accompagnato da numerosi colpi fondamentali, il mercato azionario è indebolito nella sua crescita. Tuttavia, la caduta catastrofica non è verificata, che, in generale, può essere facilmente spiegato dal fatto che gli investitori non avevano fretta di lasciare il mercato immediatamente in preda al panico, come è stato nel 2008-2009. Nonostante lo sfondo negativo delle notizie provenienti da Europa e Asia, il mercato è rimasto stabile durante tutto l'anno a causa di stabilizzare gli indicatori economici e di alcune speculazioni delle notizie condotte dal sistema della riserva federale degli Stati Uniti per quanto riguarda le loro politiche monetarie.

Mercato Americano

Nel 2015, abbiamo sperimentato la stagnazione del mercato, che non è stato osservato negli ultimi 10 anni. Dalla fine del 2011, il mercato ha mostrato una crescita rapida ogni anno, che si è fermata in ottobre 2014 a causa della decisione della Federal Reserve sulla sospensione del programma di riacquisto del debito pubblico degli Stati Uniti e, in tal modo, le iniezioni mensili nell'economia da 65 a 85 miliardi di dollari. Inoltre, nel mese di ottobre 2014, la Fed ha espresso la propria disponibilità a ulteriori aumenti dei tassi d'interesse, che erano a registrare livelli bassi di 0-0,25% dal 2008. Ciò suggerisce che il regolatore ha deciso di trasformare la sua politica monetaria di 180 gradi: dal corso stimolante al quello deterrente.

Ricordiamo, che l'aumento effettivo è diventato visibile solo 16 dicembre 2015 (+25 punti base, 0-0. 25% 0,25-0,5 per cento), dopo più di un anno dopo l'annuncio ufficiale. Questo ritardo da parte è la causa della stagnazione del mercato azionario, essendo sia la ragione per cui molti investitori che hanno lasciato il mercato e hanno chiuso le loro posizioni, non si stanno affrettando a tornare indietro. Esso può essere spiegato con alcune altre questioni fondamentali, che si sono verificati entro la fine del 2015.

Nel mese di dicembre, l'indice S&P 500 è sceso del 1,75% a 2043, 94 punti. Nel corso dell'anno l'indice non è molto cambiato. Vi è un aumento della volatilità nella dinamica di un indice nella seconda parte dell'anno. I primi segni di insorgenza di un'altra crisi stanno diventando visibili. La nuova crisi non sarà inferiore che quello precedente.

A scopo illustrativo offriamo le dinamiche seguenti del mercato azionario.

I movimenti dell'indice  S&P500 fino 2015, il graffico mensile.

Come si vede nelle figure, la borsa degli USA negli ultimi 16 anni sostanzialmente aveva un movimento chiaro (sia su e giù). Le scosse principali sono verificate nei periodi di 2000-2002 (la crisi della bolla dot-com) e il 2008 (crisi finanziaria globale). E, di regola, il mercato scende sempre rapidamente a causa di panico. È interessante notare che, dopo due colpi, il mercato ha recuperato al suo picco entro cinque anni. Ma la natura delle fluttuazioni del mercato mostra che il primo collasso e il primo restauro ha avuto luogo più graduale di un ciclo successivo simile. Le azioni del mercato ha cominciato a verificarsi più intensamente, sia con l'aumento della volatilità

By Chief Financing 25.07.2016

Altri articoli interessanti dagli esperti